Categorie

Archivio mensile

Navigazione

IL SAPORE DEI RICORDI

Scritto da: Roberta il 25-01-2016 - 07:46 pm

(da un’idea di Rita Luciani)

Siamo in tanti a conservare il ricordo di un piatto speciale: legato all’infanzia o oltre, trasporta con sé emozioni, esperienze, sensazioni di un’epoca o di un momento. Ci sono le nostre radici culturali, il periodo storico, i nostri incontri, le tradizioni familiari o un viaggio e la scoperta di un luogo.

Sapori e odori. La memoria olfattiva ha la caratteristica di essere strettamente collegata a tutta l’esperienza sensoriale e affettiva di partenza: un odore è associato, nel momento in cui viene percepito, a immagini e impressioni tattili, sonore, luminose. Alle nostre emozioni in quella situazione. Se cominciamo a pensarci, verremo affollati dai ricordi.

Quante memorie sono collegate, per alcuni di noi, alle ricorrenze familiari: la cena di Natale, la festa di compleanno, i dolci di carnevale…Ma anche la prima ricetta che abbiamo cucinato, il picnic con i figli piccoli, la gita fuoriporta del 1° maggio, le prime feste da soli in casa da adolescenti, quel viaggio alla scoperta del mondo…
Che cosa passava attraverso la vostra pietanza speciale? Che età avevi, che periodo era quello nella tua vita? Gustavi – o preparavi – quel piatto all’esterno o in un ambiente interno? Come ti sentivi? A quali persone è associato?
Potresti riassaporarlo con noi?

Prova a rievocarlo con le parole che usi per te stesso: non cerchiamo capolavori letterari, ma vorremmo raccogliere storie collettive, salvarne la memoria.

Se vuoi accludere anche la ricetta, sarà la benvenuta: ma non è necessaria.

E se, in questo viaggio profumato, ti tornasse in mente un proverbio, non esitare citarlo (anche in vernacolo, ma con traduzione…).
Scrivi quanto vuoi, da una a sei pagine ma, in ogni caso, non oltre i 12.000 caratteri, spazi inclusi, e invia a:

salva.con.nome@virgilio.it

Il termine per l’invio è fine aprile 2016. I testi ricevuti saranno raccolti in un unico file che sarà poi inviato a quanti avranno partecipato a questa iniziativa e pubblicato sul sito di Salva con nome (www.salvaconnome.com).


Un augurio a tutti di buona scrittura con un proverbio bolognese:
“ Piutost che gnìnt, l’è mei piuttosto!”- piuttosto che niente, è meglio piuttosto!




Nessun Commento

    Nessun commento inviato


Scrivi un commento

Nome
Email
(non viene mostrta al pubblico)
URL
(scrivi anche http://)
CODICE DI VERIFICA
Commento