Categorie

Archivio mensile

Navigazione

La poesia per me

Scritto da: Roberta il 07-02-2008 - 08:39 pm

Scrivo poesie da quando avevo quindici anni, da quando ho iniziato a leggerle per il mio piacere e non solo per la scuola. Alla prima sofferenza d’amore ho cercato delle parole che potessero consolarmi.

Questa è la prima cosa che volevo dire: la poesia è consolatoria.
Trovare delle parole che esprimono un sentimento, un pensiero, un ricordo, e scriverle, porta ad un momento di pacificazione interiore. Rileggerle porta ad approfondire il proprio pensiero, a chiarirlo. Ma scrivere cercando di dare all’insieme una forma che definirei, intanto, armoniosa, porta ad una consolazione maggiore per un animo amante della bellezza. Anche chi legge una poesia e vi ritrova qualcosa che ha già sentito una volta dentro di sé si consola di quel “riconoscimento”.

La poesia è luogo d’incontro della memoria, di ricomposizione, dove schegge, frammenti diversi, trovano un nuovo senso nella composizione e la parola poetica può approfondire anche la percezione del ricordo.

La poesia è lessico, parole scelte con cura, con estrema aderenza alla cose. Parole meno abusate o anche parole quotidiane che dall’accostamento ritrovano vita.

La poesia è armonia, un insieme di suoni.
Nell’adolescenza leggevo poesie d’amore, Catullo e Neruda, ma arrivata all’università ho iniziato a conoscere in maniera più approfondita i grandi poeti italiani del ‘900 e mi sono appassionata, in particolare, alla poesia di Montale.
Leggere e rileggere i Maestri mi ha portato a scrivere le parole delle mie emozioni, dei miei pensieri, in modi che cercavano risonanze con loro.


La poesia è ritmo, che trova attraverso il verso, la metrica, la ripetizione, la punteggiatura.

La poesia è figure retoriche, che sono – come dice Valerio Magrelli- come costellazioni con le quali leggere il cielo.

La poesia è immagine, che si staglia o balena improvvisa. Immagine guardata da un occhio incantato che la rende viva e la riveste di un’aura, ma anche immagine resa nella sua nuda quotidianità, il silenzio di un oggetto.

La poesia è sintesi, attraverso la quale il poeta riesce a riconnettere il ritmo sincopato dell’intuizione, del fluttuare del pensiero, dell’emozione, quasi del lampeggiare dei nostri neuroni. Anche sul versante del pensiero più razionale, la poesia sembra poter descrivere l’argomentare del dubbio, avvicinare alla comprensione con il suo procedere stringente, che stilla il succo dal frutto e lo separa dalla buccia.

La poesia è senso-altro, eco, allusione. E’ disegnare con precisione contorni indistinti.

Ma perché una poesia ci piace?

Dell’arte ci sorprende la densità delle informazioni che contiene, dei dubbi che pone, perché la mente è appagata dalla conoscenza e anche dalla sua ricerca. Ma piace agli occhi e alle orecchie secondo come occhi e orecchie sono addestrati.
In tutta l’arte sappiamo che non si possono separare forma e contenuto, perché il contenuto informa la forma e, scusate il bisticcio di parole, la forma informa il contenuto mettendone in luce i suoi diversi aspetti. Questa grande chiave di lettura che ci ha dato la scuola strutturalista è una lanterna magica che ci fa capire meglio perché una poesia ci piace.
Le chiavi di lettura possono essere diverse e, come dice l’estetica fenomenologica, ognuna di esse può aprirci alla comprensione di un livello di significato, come ad esempio la lettura psicanalitica o storica.

Concludo con dei miei versi.

La verità ha i suoi momenti
s’incarna
s’invera.

La verità ha la sua presenza
sorride
fa male.

La verità non serve, sola.


Prefazione a "Meno"




3 Commenti

i versi sulla verità sono davvero veri per me, mi rispecchiano moltissimo in questo momento della mia vita, grazie

Di: giotto Inviato il 08-02-2008 - 09:27 pm


ciao giotto, mi fa piacere che senti quei versi "rispondenti". anche tu scrivi poesia

Di: roberta Inviato il 10-02-2008 - 05:23 am


I love what you guys tend to be up too. This kind of clever work and coverage! Keep up the awesome works guys I've added you guys to our blogroll.

Di: Angela Inviato il 25-06-2013 - 11:35 am



Scrivi un commento

Nome
Email
(non viene mostrta al pubblico)
URL
(scrivi anche http://)
CODICE DI VERIFICA
Commento