Categorie

Archivio mensile

Navigazione

Libera

Scritto da: Roberta il 02-09-2013 - 09:00 pm

Luigi Ciotti contiene l’urlo
del suo petto, la ferita
che ci ricorda forte è di ognuno
per tutte le mafie che questo
Paese dilaniano, sono secoli
che le parole camorra, mafia, n'drangheta
vivono in mezzo a noi come una cancrena
e ognuno ha una coscienza da affrontare
con la concretezza. Azioni propone, organizza, Libera,
le terre confiscate riconquistate palmo palmo all’agricoltura,
alle cooperative dei giovani, il vino cento passi.

I giovani d’estate volontari nei campi, gare sportive, meeting,
incessante sensibilizzazione nelle scuole, un coraggio da
diffondere, la speranza da fondare nella ragione, l’esempio.
La forza di migliaia di associazioni radunate ognuna chiamata
al suo dovere di esserci, cittadini di un’Italia che vuole riprendersi
il respiro, che la parola legalità vuole fare sua e pretende che
la politica difenda, innalzi.

Luigi Ciotti è contagioso, è un’erba che brilla di rugiada, sono lacrime
delle vittime di mafie che non ci permette di dimenticare, custode della Storia,
la sua torcia illumina un sentiero come partigiani in lunga fila.



Nessun Commento

    Nessun commento inviato


Scrivi un commento

Nome
Email
(non viene mostrta al pubblico)
URL
(scrivi anche http://)
CODICE DI VERIFICA
Commento