Categorie

Archivio mensile

Navigazione

Pasqua al Testaccio

Scritto da: Roberta il 23-04-2019 - 05:16 am

Terrazza di ciclamini bianchi, lampade liberty e ornamenti di paglia, tavolini bassi tra poltrone tabacco di pelle consumata nell'ingresso al ristorante. Ambiente vintage, spazi tortuosi, scalette, legno ridipinto, oggetti scuri metallici in disuso in alto sulle scansie, tavoli col ripiano di piastrelle di ceramica bianca nella grande sala da pranzo, foglie verdi sui davanzali. Avventori artisti di una commedia napoletana del Novecento, molti uomini in abiti scuri, gilet, bambine in gonnellino corrono a giocare e spostano sedie in terrazza, donne che fumano. Camerieri vestiti di nero giovani veloci si muovono in una danza di vassoi carichi di timballi, carciofi, agnello. Profumo di ragu', arrosto, vino rosso, voci contenute, qualche fotografia , una donna in tailleur rosso attraversa la sala ondeggiando la frangia di capelli biondi, alta sui tacchi alza il calice in un brindisi.


Nessun Commento | Narrativa | Stampa


Dolore per Notre Dame

Scritto da: Roberta il 17-04-2019 - 05:53 am

Notre Dame della Senna
vetrate colorate alle guglie
bianche sentinelle i campanili
di marmi scolpiti al fascino di Parigi.

Pellegrini,turisti nei secoli
angoli in penombra alla devozione
lumi a capolavori reliquie.

Rifugio il campanaro
di Esmeralda gitana,
risuonano rintocchi a lutto
al vento delle fiamme.

Resiste la navata
per la fabbrica della rinascita.


Nessun Commento | Poesia | Stampa


Vega nella meraviglia

Scritto da: Roberta il 09-04-2019 - 09:28 pm

Fiocchi bianchi di betulle un manto
velato il prato di margherite
Vega lenta esplora, confusa
naso tra fili d'erba ciondola
annusa nel vento
scompiglia il pelo nero.

Colpita dal sole, libera
il vento confonde il manto le foglie
bianco e verde cornice al lago.
Nuvola grigia cobalto dell'acqua.


Nessun Commento | No Category | Stampa


Dov'è?

Scritto da: Roberta il 02-11-2018 - 09:40 pm

Dov’è casa?

L’anima si cheta rallegra
nell’amore
serena
ovunque sia pace.


Nessun Commento | No Category | Stampa


Presenza

Scritto da: Roberta il 15-10-2018 - 02:06 am

Essere vivente
respira
presenza scalpiccio
nera sagoma
zampetta la casa nell'anima.


Vecchiezza d'affanno
anela respiro
e una carezza.


Nessun Commento | No Category | Stampa


Notte 11 agosto

Scritto da: Roberta il 15-11-2017 - 09:38 pm

Luna di luce brillante
appare e scompare tra i boschi
scende la strada di notte
tra stelle perse
granelli sul lago profondo.

Vacche bianche abbagliate
dai fari tra tronchi e chiome
lente divine muovono
nel buio nel fruscio
chiarore indistinto.

Abbaiare del cane
le spinge a correre
una giovenca attraversa la strada
latte, panna sull’asfalto scivola
inciampi di zoccoli in fuga.

Stelle lucidano la volta e scendono
alla terra, ci comprendono avvolgono
attirano nel desiderio del grande
di pace silenziosa
musica di luce.


Nessun Commento | No Category | Stampa


Che Guevara

Scritto da: Roberta il 10-10-2017 - 06:30 am

Che Guevara del Novecento Cristo
rovescia tavole di Trimalcioni
parassiti e virus combatte
un canto innalza, un grido
del sangue della Terra
Oceani di lacrime
e annega in fiumi di petrolio.


Nessun Commento | No Category | Stampa


Atrio

Scritto da: Roberta il 03-10-2017 - 08:05 pm

Chiave che gira
fuga di un corridoio
nicchia del portiere
caselle nere bianche opache,
al filo appesa la lampadina
su una bicicletta abbandonata.

Finestra aperta sulle scale
in un cavedio di note.


Nessun Commento | Poesia | Stampa


Ritornano

Scritto da: Roberta il 08-08-2017 - 09:39 pm

Infinite ore ogni giorno
piccole storie dilatano
e anni affollati, solitudini
strade e musica
libri e mura
mille volti e gesti
ritornano dal buio
dal silenzio.

Vita lunga di attimi
olio di noce sulle vernici
se apri gli occhi
gocciolano brillano
si nascondono
per tornare a sorprenderti.


Nessun Commento | Poesia | Stampa


Dario Fo lo vedo lo sento

Scritto da: Roberta il 08-07-2017 - 07:04 pm

Dario Fo vedo bambino intrepido
sul carretto del nonno vendere ortaggi
occhi spalancati cogliere battute
tra i pescatori al lago storie esagerate
nel dialetto musicale di reti e pesci
sul treno entrare inventando aneddoti
trasformare personaggi
camuffato per salvare profughi con le sottane
approdare al Politecnico tra i Maestri
cimento con le matite.

Lo vedo nella maschera fissa
risata che seppellisce
sganascia, parola di sciabola occhi come frecce
braccia allungate al mondo
motore movimento in fieri
lo vedo.

Poeta giullare, corpo grande, voce amica
convincente o arrabbiata
contro ogni soperchieria, lo sento
cantare gioioso, ubriaco di febbre dello spettacolo
teso elastico nelle gambe di saltimbanco.

Dario Fo vedo immerso nei colori
prolungamento della testa
partorisce figure dal ventre
fantastiche e vive di realtà
sperimentata di giorno e notte
abbracciato con Franca
mila volte sul palco in fabbrica carceri
per le strade cappelli mantelli al vento
le urla gli amici tavolate in allegria sagace
l’ultimo inchino al pubblico
che ama di aver onorato.


1 Commento | Poesia | Stampa


Estate

Scritto da: Roberta il 26-06-2017 - 07:48 pm

Di infinite ginestre grido giallo
corrono lungo i pendii
tra stoppie abbacinate
verde riposo dei boschi.

Quercia millenaria divina
rigogliosa acqua di fiume
vita di piante radici corolle
allegra compagnia
ristoro nella siccità.


Nessun Commento | Poesia | Stampa


A Maccarese con Dada

Scritto da: Roberta il 08-06-2017 - 08:50 pm

Alla spiaggia bianca
mare in fermento e noi
quiete e l’interrotto dialogo
cielo di sole, io all’ombra.

Creme, morbide pacate
caldo che il vento diventa piacere
tempo sdraiate
dubbi in ironia
silenzio accanto.

Tamerici alla rena
al limitare cannizzi
onde rullano e acquietano
ritma il mare musica
tra noi delicata pace
intesa di conoscenza continua.


Nessun Commento | Poesia | Stampa


L'Aniene a Subiaco

Scritto da: Roberta il 05-06-2017 - 09:17 pm

Ripa erbosa ombra di chiome
fiume snoda snello s'insinua
veloce sole filtra
riflette grigi sassi e verde
traspare.

Calura alle spalle
refoli d'aria d'acqua che muove,
immoto il prato
si stende verso fontane essiccate
pietrisco bianco nella canicola.

La forra umida di foglie
larghe generose
momentaneo refrigerio.


Nessun Commento | Poesia | Stampa


Il fiume va

Scritto da: Roberta il 08-05-2017 - 09:33 pm

Inceppano crepiti di ramaglie
spezzate
sul greto dell’acqua
che salta i massi
riprende il suo letto il fiume
nella corrente verdi foglie
e rami di chiome inclinate
alle trasparenze alla frescura
a schizzi gorghi
al seguitar goccia goccia.


Nessun Commento | Poesia | Stampa


Lago nel parco

Scritto da: Roberta il 07-05-2017 - 07:02 pm

Cerchi concentrici al lago i sentieri
nel prato betulle aceri tigli, sui dossi le siepi
largo un circolo alla vista di verdi toni
nel silente calpestio dei passi
attorno all’acqua scura tintillano gocce
di pioggia, folaghe con le nidiate frottano
a un ciuffo di canne, spuntano carapaci
di melmose tartarughe, cornacchie sorvolano
i prati macchie di ali nere frusciano.

Attrezzi legnosi di ginnico invito
e giochi gialli e rossi per bimbi
all’incantamento dell’ambiente lacustre
grigiazzurro nel cielo nuvolo
-piana d’erba di alberi punteggiata
l’acqua ferma che indugia i riflessi-
riportano l’impronta urbana,
passeggiatori con cani che sfuggono abbaiano,
sportivi con le racchette in marcia,
un bar con grandi ombrelloni marrone
invita a un rinfresco, alle sedie
a crocchiare patatine, discorrere
e tornare poi al parcheggio
riprendere l’asfalto, alle spalle
un’ora di quiete.


Nessun Commento | Poesia | Stampa


Pagina precedente | Pagina successiva